Pillole di neurofisiologia

Sintesi
Complessivamente lo studio ha dimostrato come le principali aree corticali che servono all’elaborazione del movimento proprie degli adulti, in realtà siano all’opera già a 7 settimane di vita. Anche se il dato certamente più sorprendente è che i bambini così piccoli, che ancora non sanno camminare, già abbiano la percezione della posizione del proprio corpo nel mondo esterno.

Di interesse:
Nel corso degli esperimenti con la Risonanza Magnetica funzionale il team della professoressa Morrone ha registrato l’attività cerebrale in circa dodici bambini di 7 settimane di età, mentre erano intenti a seguire con lo sguardo dei punti luminosi che si muovevano in modo casuale o in traiettorie coerenti. I ricercatori hanno scoperto che, proprio come gli adulti, i bambini mostrano maggiori risposte al movimento coerente, rispetto al moto casuale. Questo è avvenuto in un’ampia rete di aree cerebrali, comprese quelle associate alla percezione del corpo e al sistema vestibolare. Anche in queste aree del cervello i neonati hanno mostrato attività simili a quelle degli adulti.

.

Questo suggerisce che i bambini di poche settimane possiedono già la percezione del proprio corpo nello spazio.

.

Bibliografia:
Biagi L, Crespi SA, Tosetti M, Morrone MC.: “Bold response selective to flow-motion in very young infants”. PLoS Biol. 2015 Sep 29;13(9):e1002260. eCollection 2015.